giovedì 5 gennaio 2012

Arriva la Befana!


Si racconta che tanto tanto tempo fa, tre grandi saggi, avendo saputo della nascita di un Re che fra tutti sarebbe stato il più grande, partirono dai loro paesi per andare a rendergli omaggio, non si sa come ma, ad un certo punto persero l'orientamento e quindi la via che portava al Divino bambino.
Iniziarono a vagare di casa in casa, di porta in porta finché bussarono alla porta di una casa piuttosto malandata dove abitava una vecchina che più vecchina non si può, aveva così tanti anni che nemmeno lei li ricordava più...


"Gentile donnina" Disse uno dei tre -"Sapreste indicarci la strada che conduce alla dimora di un Bambino speciale definito il Re dei Re? Vorremmo rendergli omaggio!"
La vecchietta imbarazzata rispose che non aveva sentito parlare di alcun bambino speciale e che non era di sicuro in grado di indicare loro la strada per raggiungerlo, fu un po' brusca e chiuse loro la porta in faccia. Dopo un po' di tempo si pentì di quel gesto, in fondo quei tre non facevano nulla di male, le loro intenzioni erano buone! Così si getto sulle spalle lo scialle antico, infilò le vecchie scarpe un pochino logore, prese la sua scopa e uscì alla ricerca dei tre uomini che avevano bussato alla sua porta.
Beh! Da allora sta ancora vagando e per farsi perdonare nella notte tra il cinque e il sei gennaio, lascia nelle calzine dei bimbi che la aspettano qualche leccornia come gesto di redenzione per essere stata scortese con tre grandi re che nel frattempo erano giunti a Betlemme portando in dono: oro, incenso e mirra al piccolo Gesù.

                                                         La Befana
                                   Sono una nonna simpatica e strana
                                      grandi e piccini mi chiaman Befana
                                             porto sempre gli stessi vestiti
                                                 ormai logori, vecchi e scuciti.
                                  Sopra la gonna mi metto il grembiule
                                che tiro fuori dal vecchio baule
                               per leggere i giornali
                                   mi devo mettere gli occhiali.
                                                 Abito in una casa di mattoni
                                                     camera cucina e due balconi
                                                         vivo in un bosco fresco e ombroso
                                                     d'estate lavoro, d'inverno riposo.
                                         Ricevo lettere, biglietti, cartoline
                                    da genitori, bambini e bambine
                                  quando si avvicina l'Epifania
                                     comincio a lavorare con energia
                                                     per le calze di tanti colori
                                                         preparo chicche di mille sapori
                                                               sistemo la cesta sulle spalle
                                                                 poi la testa mi copro con lo scialle.
                                                     Nella notte serena e brillante
                                               parto sulla mia scopa volante
                                           in un calzino vecchio e marrone
                                             lascio solo un po' di carbone.
                                                       E' giunta l'ora di ripartire
                                                            mentre la notte sta per finire
                                                               volo veloce come il vento
                                                                   ritorno a casa in un momento.
                                                       Apro la porta e con sorpresa
                                             trovo una bella calza appesa
                                                          è piena di pensieri assai carini
                                                               scritti e firmati da tutti i bambini!


                                                                     Patrizia Nencini


15 commenti:

sabrymagic ha detto...

E' simpaticissima questa poesia sulla befana!!
L'ho letta anche al mio piccolo.....
è piaciuta anche a lui:D
Buona festa della befana tesoro!!
Baci
Sabry!!

MondoLili ha detto...

Grazie per essere passata nel mio blog! E ti ringrazio per la storia della befana..non la conoscevo!
ciao lidia

fiore ha detto...

Bel post Magu!
Buona epifania a te e alla tua famiglia
un abbraccio
fiore

Germana ha detto...

Buon Anno e Buona Befana!!!!!Un abbraccio! Ge

Gabriella ha detto...

I Re Magi e la Befana,una simpatica fusione fantastica di sacro e profano.

Buona Epifania ma soprattutto Buon Anno.

dandelion67 ha detto...

Molto bello il racconto ed anche la poesia...
Sereno arrivo dei Magi a Te..
un caro saluto..
dandelìon

Il Gufo e La Mucca ha detto...

buon anno e buona epifania!!! :D
La big shot l'ho presa da impronte d'autore: hanno un negozio proprio a rivoli dove vivo, ma la trovi anche nel loro shop on line, altrimenti la puoi ordinare anche da timbroscrapmania! :D io la adoro: la uso per tutto!!! :D
buona giornata,
Baci
Clelia

Rosetta ha detto...

Carina la storia della befana!Grazie di quella personale che hai raccontato al mio blog!Adoro le storie del passato!Buona Epifania!Rosetta

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Passo ad augurarti una serena giornata.
Saluti a presto.

Ale ha detto...

Buona festa dell'Epifania... Magu.
Ciao a presto.
Ale

Elena-koaladebista ha detto...

Che meraviglia questa filastrocca e la storiella non la conoscevo...leggerò tutto ai miei bambini! Grazie

cuore antico ha detto...

Che bella questa poesia...grazie per averla condivisa e per le tue parole al mio post.
Debora

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Auguri per la nascita del tuo prossimo nipotino.
Saluti a presto.

Pinuccia ha detto...

Che bello questo racconto non lo conoscevo e bellissima la poesia.
Grazie Magù,e in abbraccio
Pinuccia

Maria ha detto...

Buon anno Magu!!